Tratti di luce In-formazione

  • Progetto legalità: attività educative e di accompagnamento nel percorso riabilitativo dei detenuti di una sezione del carcere di  Rebibbia e delle loro famiglie.
  • Noi per la città: attività di educazione alla solidarietà per i ragazzi e le loro famiglie. Sosteniamo le realtà associative no profit, presenti sul territorio al servizio concreto di una comunità e in grado di coinvolgere i cittadini in azioni di promozione e valorizzazione del proprio contesto sociale. 
  • Cyberbullismo: Educazione all’utilizzo dei social media e del web. Alternando peer education e dialogo intergenerazionale, giochi e attività formative si lavora sulle nuove frontiere della comunicazione e sui rischi connessi.  A conclusione di ogni percorso formativo, i ragazzi coinvolti producono un video.
  • Up2me: un percorso educativo multidisciplinare sulla sessualità e sull’affettività, che accompagna la maturazione globale dei ragazzi durante l’età evolutiva e prevede appuntamenti paralleli anche per i genitori. Con il supporto scientifico dell’Istituto Universitario Sophia (FI), il progetto mira a sviluppare un paradigma antropologico che guarda alla persona come “essere in relazione”.
  • Educazione alla Pace: Sosteniamo gli approfondimenti, i laboratori parlamentari, le azioni per la pace e il disarmo messe in atto dal gruppo “Economia Disarmata”, che negli ultimi anni ha lavorato e manifestato per garantire il rispetto della legge italiana 185/1990 che vieta di vendere armi ai paesi in guerra e di riconvertire le aziende belliche in imprese civili con lo stanziamento di fondi adeguati alla sfide che il mercato imporrà a queste nuove imprese.
  • Percorsi di Dialogo Interreligioso: A seguito di incontri amichevoli con le comunità musulmane, ebree e di altre convinzioni religiose presenti nella capitale italiana, vorremmo continuare ad incoraggiare questi appuntamenti all’insegna dell’ascolto, della conoscenza delle rispettive tradizioni, della convivenza pacifica al fine di prevenire forme di intolleranza e stabilire basi solide che accompagnino la transizione delle nostre comunità dal locale al globale.