ASSOCIAZIONE TRATTI DI LUCE

“Piccoli raggi che accendono bene comune”

L’Associazione Tratti di Luce nasce da un incontro, da uno sguardo. E’ uno sguardo al femminile, dialogante e determinato, concreto e attento, creativo e audace.

La direzione di questo sguardo è unica: l’altro. Un altro fragile come quello dei bimbi delle periferie del mondo o dei soli trascurati dalla frenesia quotidiana. Un altro plurale come quello delle comunità, declinato in scuole, aziende, centri di innovazione, ma anche in borghi, tradizioni, famiglie, territorio. Un altro che è ammalato e sa far tesoro di ogni giorno; un altro sprizzante di gioia e creatività, un altro intraprendente. Questi e molti altri incrociano il nostro sguardo: una soglia che si fa porta e dove bussare fa rima con aprire, accogliere, condividere, trasformare.

E’ stato lo sguardo di Antonia e Cristina Testa il primo ad essersi incrociato e a farsi progetto e associazione, attirando altri sguardi: quelli delle sette donne che costituiscono il Consiglio direttivo di ‘Tratti di luce’.

Perché Tratti di luce

Tratti di luce usa sguardi, mani, braccia, talenti, innovazione, capacità gestionali per iniziative di formazione, servizi al benessere della persona e della comunità, organizzazione di eventi, attività di fundraising, iniziative di tutela ambientale, progetti di difesa dei diritti umani ispirandosi ai 17 obiettivi che l’Onu ha indicato come priorità per uno sviluppo integrale e sostenibile della persona e del pianeta.

Istruzione, riduzione delle povertà e delle diseguaglianze, consumo responsabile, lotta al cambiamento climatico, parità di genere sono non solo mete che l’agenda 2030 delle Nazioni Unite si è data per il mondo, ma sono piste d’azione da intraprendere nel quotidiano e sul territorio con il supporto della nostra associazione.